Il lato oscuro dell’essere pieni di luce e le bugie della New Age

Tipiche immagini che accompagnano i suddetti articoli. Autore immagine non trovato.

Tipiche immagini che accompagnano i suddetti articoli. Autore immagine non trovato.

Sempre più spesso mi capita di leggere articoli di due tipologie.
I primi sono del tipo “ATTENZIONE!!! PORTALE IN APERTURA!!!!!!! Grossi cambiamenti in arrivo! Pace, Amore, Guarigione! Gli esseri di Luce ci guidano ed aiutano a guarire l’umanità!!!!”.
I secondo invece vanno nella sfera personale:”I 40 sintomi per capire se sei un risvegliato illuminato e se le cellule del tuo corpo stanno facendo il salto quantico!!!”.
Vi possono essere diverse variazioni ai titoli d’esempio di cui sopra.

Ma analizziamo queste tipologie di articoli.
Articoli del primo tipo escono in continuazione. A sentire chi li scrive e condivide sembra che si aprano di continuo questi “portali magici” che portano cambiamenti positivi. Fosse vero, con tutti i portali che si dovrebbero essere aperti negli ultimi anni, a questo punto dovremmo avere la pace totale nel mondo, la cura a tutte le malattie esistenti, il paradiso sulla Terra e la gioia perpetua.

Gli articoli del secondo tipo invece sarebbero proprio divertenti, se non fossero anche pericolosi. Elencano numerosi sintomi comunissimi del tipo “mal di testa ricorrenti”, “battiti del cuore accelerati”, “raffreddori e influenze”, “vampate di calore”, “problemi di circolazione”, ecc…
praticamente sintomi che tutti sperimentano a causa di stili di vita sbagliati e stressanti o di patologie.

Si potrebbe pensare che per quanto ridicoli questi articoli siano innocui, ma purtroppo non lo sono.
Entrambi ci invitano alla deresponsabilizzazione totale: il mondo va a rotoli? Basta aspettare che si aprano i portali magici e andrà tutto bene (chiaro invito all’atteggiamento “aspetta e spera” ed a non muovere un dito, tanto ci pensano gli alieni/gli angeli/i portali ecc.). Hai sintomi e problemi di salute? Non preoccuparti!! Sei un risvegliato! Fa niente se hai aritmie cardiache 15 volte al giorno, non perdere tempo con una visita cardiologica… è solo il salto quantico!
Senza contare che i commenti sotto a questo tipo di articoli lasciano intuire il danno che attuano: gente che si vanta di avere tutti i sintomi (cari miei, fatevi vedere!), ego pompati dall’idea di essere migliori e superiori in quanto “risvegliati”.

Lasciamo poi perdere che se si tenta di controbattere e far notare che è bene prendersi le responsabilità dei propri sintomi e del benessere della società, si viene accusati di non essere “risvegliati”, di non capire e non sentire le energie e quindi di essere arrabbiati e invidiosi. Il tutto con tono paternalistico finto-gentile.

Arte di Saibel

Arte di Saibel

Ed ecco che arriviamo all’altro lato oscuro della New Age: la finzione totale di essere pieni di luce e amore e di non provare alcuna di quelle orribili emozioni terrene quali rabbia, paura, ecc.
La finta gentilezza è una maschera che nasconde malamente una rabbia repressa che non si vuole esprimere per non farsi vedere per ciò che si è: semplicemente umani.
Il rifiuto totale di quelle emozioni considerate negative crea moltissimi danni: ognuno di noi è composto da luce ed oscurità. L’oscurità è reale e non se ne va perché si fa finta che non esista in noi. Rimane lì e anzi cresce e cresce perché non trova sfogo.
Non ho mai visto tanta cattiveria come quella che c’è proprio tra coloro che fingono di essere buoni, pieni di luce e privi di rabbia.

La vera consapevolezza, tanto predicata da costoro, consiste nel riconoscere ed accettare le nostre responsabilità e l’oscurità che vive in noi, perché anch’essa ha la sua importantissima funzione nel mantenere l’equilibrio. Siamo qui per vivere l’esperienza umana al 100%: prendere o lasciare. Ma se si lascia e ci si nasconde dietro una finta perfezione fatta solo di luce e amore, si vivrà un’esistenza incompleta e insoddisfacente.

26 commenti
  1. laura
    laura dice:

    Non si può sentire ma sto applaudendo!!! Rompo sempre le scatole parlando di luci e ombre e del fatto che dovrebbero collaborare perché anche in natura è così, Ma predomina ancora questa idea che la luce sia più buona, che il buio vada semplicemente ignorato recitando mantra positivi. Il buio fa parte della vita e a mio parere, è solo accettandolo che possiamo renderlo costruttivo, come dici tu stessa. Sono davvero felice di aver incrociato il tuo post, finalmente!!!!!

    Rispondi
      • Graziana
        Graziana dice:

        La deresponsabilizzazione non porta cambiamento, il pensare che un portale possa cambiare qualcosa senza il cambiamento delle coscienze lo trovo molto improbabile.
        Sono pienamente d’accordo con questo articolo. Le cose a cui questo articolo fa riferimento sono delle scorciatoie illusorie.

        Rispondi
  2. Polidamante
    Polidamante dice:

    La new age è la solita risposta commerciale americana, come il pilates lo è dello yoga. Noi europei abbiamo profonde e antiche radici. Non lasciamoci abbindolare da facili risposte e studiamo le opere dei poeti,filosofi e artisti del passato. Prendiamone a piene mani. Eni Prekei Datai.

    Rispondi
    • Paco Niceo Teresi
      Paco Niceo Teresi dice:

      Uhm… il Pilates fu inventato da Joseph Pilates, un insegnante tedesco, ed era una disciplina fisica. La insegnò ai prigionieri di guerra (tedeschi anch’essi) con i quali condivideva la prigionia durante la Prima guerra mondiale in un campo di internamento inglese, e successivamente la perfezionò. Non ha nulla da spartire con lo yoga, né ha mai inteso spacciarsi per qualcosa di assimilabile ad esso. Inoltre è, appunto, europeo, non americano. E per finire non ha nulla di commerciale, per quel che ciò possa voler dire: è solo una disciplina che ha lo scopo di rafforzare la muscolatura, specialmente addominale, tramite esercizi, ed ottenere la padronanza del corpo. Non che io abbia particolari motivi per difendere il Pilates. È solo che i giudizi apodittici sotto forma di slogan, uniti alla non conoscenza, danno risultati irritanti. Quindi, caro Polidamante, non lasciarti abbindolare da facili risposte e studia le opere dei poeti, filosofi e artisti del passato. O qualunque altra cosa. Basta che studi.

      Rispondi
  3. Gabriella
    Gabriella dice:

    Bravissima!
    Condivido al 1000 %. La rabbia fa parte dell’esperienza umana. Un conto è viversela, elaborarla e comprenderla. Un conto è nasconderla sotto il tappeto… pericolosissimo oltre a tutto!
    Rischia di saltare fuori ingigantita e disastrosa nei momenti meno opportuni.

    Rispondi
  4. Anouk
    Anouk dice:

    Non avrei saputo dirlo meglio. Chiara e semplice. L’ultima che ho letto sugli esseri di silicio blu che vivono sotto terra e sono i custodi della Terra …..Ah! Bravi davvero, per fortuna che hanno i superpoteri.
    E’ vero, come le religioni istituzionali, la società e la scuola, anche la new age svolge un ruolo di deresponsabilizzazione nei confronti del proprio corpo, della propria vita, di ciò che accade intorno a loro e all’ambiente e i suoi spiriti intelligenti. .Una volta ho visto sdare una donna che faceva tutta l’induista e ospitava eventi e meditazioni su Osho, uno spasso. Ho provato a leggere un libro di Osho e quando ha iniziato ad inveire contro i cristiani (confondendoli con i cattolici) l’ho dovuto riporre. L’incoerenza è un brutto segno.

    Rispondi
  5. daniela
    daniela dice:

    Brava brava brava 1000 volte brava. Ho conosciuto e conosco continuamente questi esseri di luce che sembrano anestetizzati….io credo che esistano davvero persone che hanno saputo andare oltre le emozioni negative ma senza reprimerle, sono rari, rarissimi. Oggi tutti si improvvisano grandi illuminati….

    Rispondi
  6. Suraj Singh
    Suraj Singh dice:

    Un bell’articolo, pieno di spunti di consapevolezza. Il significato di ogni disciplina che si professa “spirituale” dovrebbe essere proprio la responsabilizzazione della persona sulla propria vita e su quella degli altri.

    Ho avuto la fortuna di conoscere nella mia vita alcuni Maestri come Yogi Bhajan, che prima di lasciare il suo corpo ci disse, tra le altre cose: “- Ricorda che l’altro sei tu!”.

    E allora vi posto un suo racconto:
    “Volevo essere bravo, molto bravo,
    e sono diventato bravo come dovevo,
    Ma quando ho visto Dio,
    LUI mi ha fatto una domanda …
    – Cosa hai fatto? –
    Gli ho detto: – Sono bravo e molto bravo -.
    LUI mi ha detto: – Chi è nel male? Hai avuto cura di ciò? E’ la tua bravura in me? –
    Gli ho detto: – Giusto! –
    LUI ha detto: – Ti sei preso cura del male? –
    La risposta era: – No! –
    LUI ha risposto: – Hai perso la metà di me,
    hai sprecato il viaggio della vita. -” Yogi Bhajan

    Rispondi
  7. Maximilian
    Maximilian dice:

    Ciao Alice, una cara amica mi ha segnalato il tuo blog e questo è il primo articolo tuo che leggo. Risuona… eccome se risuona. Poche parole, ma molto efficaci. Complimenti 🙂
    Io e mia moglie leggeremo gli altri tuoi articoli… e magari ti proporremo di intervistarti, se ti va.
    Un abbraccio 🙂

    Rispondi
  8. Alessandro
    Alessandro dice:

    Grazie anche da parte mia, codivido pienamente; risale a una trentina d’anni fa la prima volta in cui ho sentito parlare dei portali che si stavano aprendo, quella volta perché – a detta di una contattista gonfia di ego come una palla da biliardo – la Terra stava entrando nella cintura fotonica ed era per questo che i tempi si stavano velocizzando e si potevano accusare determinati sintomi di cui non occorreva preoccuparsi. Già allora come ora pareva che si trattasse di qualcosa di imminente, come se da un momento all’altro stesse per accadere un sensazionale risveglio della collettività. I presunti guru che propugnano queste tesi, e che si fanno pagare per trasmetterle ad un pubblico credulone, incarnano benissimo il lato oscuro della New Age. Fortuna che esistono anche delle persone serie in tale ambito, che tendono ad aiutare gli altri ad assumersi positivamente le responsabilità della propria vita anziché limitarsi a far sperare in una fantomatica salvezza derivante da invisibili fattori esterni. Il tuo articolo mi è piaciuto molto.

    Rispondi
  9. Elvio Spiraglio Rocchi
    Elvio Spiraglio Rocchi dice:

    YEAH! Applausi a scena aperta per te!!! Purtroppo l’ego, o quella cosa che tutti possediamo (al di là del nome che vogliamo dargli) tende a mutare sempre di forma: prima volevo dimostrare di essere “figo” con quei vestiti o quella messa in piega, dopo lo faccio dimostrando quanto sono spirituale mettendo in atto una bella recita in cui ho sempre il sorriso pieno di pietà e comprensione, ergo: il lupo perde il pelo ma non il vizio. Piuttosto viviamoci la rabbia o la gelosia osservandole ed accettandole in noi anziché reprimerle. Grazie Alice per queste tue belle parole, che condivido dalla prima all’ultima… condivido letteralmente, anche sulla mia pagina facebook haha un Abbraccio
    Elvio Spiraglio

    Rispondi
  10. Serena Calcagnile
    Serena Calcagnile dice:

    Salve Alice, penso che ogni messaggio che ci arriva non arrivi a caso, è quello di cui abbiamo bisogno in quel momento per evolversi. Inoltre l evoluzione di una persona non è paragonabile a quella di altre … Solo l esperienza ci dirà se quel messaggio era funzionale alla nostra crescita o no.
    Buone cose
    Serena

    Rispondi
    • Alice
      Alice dice:

      Ciao Serena, personalmente credo che la deresponsabilizzazione non porti alcun tipo di evoluzione. L’aspettare che gli aiuti scendano dal cielo da portali immaginari porta solo stallo. Ma è solo la mia opinione personale e non pretendo che chiunque sia d’accordo con me.
      Grazie del commento 🙂
      Alice

      Rispondi
  11. Mathias Muheim
    Mathias Muheim dice:

    Ciò che dici sulla Luce e l’Ombra è corretto e anche il resto, ma ti sei lasciata prendere dalla foga narrativa perché come tu certamente sai, c’è un pizzico di verità anche nella menzogna e la stessa cosa vale per la verità…la verità non ha mai un solo punto di vista, ne ha bisogni infiniti per rivelarsi e tra questi infiniti ci sono anche quelle affermazioni sulle quali tu ironizzi in modo anche abbastanza banale…ma sei giovane…La responsabilità di cui parli è quella che aiuta a discernere un sintomo che si può ignorare da una malattia che si deve curare…”farsi vedere…( sic!!!
    Buon Lavoro!! Ma articoli come questi non aiutano nessuno, creano solo fazioni, gli imbecilli infatuati dalla new age da una parte e quelli intelligenti come te dall’altra!! Dividere è l’esatto contrario del Divino, integrare Luce e Ombra significa anche abbracciare l’ignoranza, la stupidità, etc. ( forse perché non lo sono…ma cosi a te appaiono…

    Rispondi
    • Alice
      Alice dice:

      Ciao Mathias. Intanto non so quanti anni tu creda che io abbia, ma donne della mia età possono tranquillamente avere figli adolescenti. Tanto giovane, ahimé, non sono. Eviterei di rivolgermi a sconosciute e sconosciuti con toni da vecchio saggio 85enne che parla a dei ragazzini, anche perché da quel che posso vedere dal tuo sito, tanto vecchio non sembri. Sul fatto che tu ritenga banale le mie ironizzazioni, pazienza. Non pretendo che ciò che scrivo piaccia a tutti. Detto questo, non cerco di creare nessuna divisione, la mia è una riflessione personale sulla deresponsabilizzazione. E’ una mia opinione e non la spaccio per verità assoluta.
      E vorrei farti notare che nemmeno le tue verità personali sono assolute, come dire che articoli del genere non aiutano nessuno. Beh, avesse aiutato anche solo me stessa a mettere in ordine le idee, a qualcosa è servito eccome.
      Saluti

      Rispondi
      • Mathias Muheim
        Mathias Muheim dice:

        Ciao Alice,
        ho guardato bene il tuo sito e mi piace molto e quello che fai è molto bello, penso che chi fa quello che fai tu dovrebbe stare più attenta alle parole ( la stessa cosa vale per me ovviamente, che ho la metà degli anni che mi hai dato…) Tutto qui! I Portali esistono davvero e sono solo fonti di energia che puoi usare o meno, non c’è nessun Angelo che fa il lavoro per te, puoi usare quei portali come una fonte energetica, cosi come usi gli alberi e il sole e l’acqua…. La stessa cosa vale per in sintomi, non garantiscono nessuna evoluzione, ma non ha alcun senso correre dal medico, perché i medici non li sanno leggere. Tutti stiamo evolvendo, Terra compresa, non è un’esclusiva di pochi illuminati. Penso che donne come te devono portare chiarezza, perché giustamente vengono ascoltate…se ho risposto al tuo articolo è per questo, perché quella chiarezza non la portano e rischiano solo di creare ancora più confusione. Se una persona sceglie di recitare il ruolo dell’illuminato e negare l’ombra è perché questo fa parte del suo cammino, negandola un giorno la comprenderà meglio…la stessa cosa vale per l’Ego, non può essere lasciato se prima non si cristallizza completamente. Se qualcuno si crede migliore perché è scosso dai brividi e quindi crede di essere in contatto con gli alieni, va bene anche questo…siamo tutti un po bambini e ai bambini piace giocare…Il Gioco è ciò che più di ogni altra cosa ci fa crescere…giocare con ogni aspetto della vita.
        Mathias

        Rispondi
  12. pia
    pia dice:

    Abbiamo scelto noi di scendere in questo tempo e dove c’è il fungo buono c’è anche quello cattivo. La vita è scuola ed è esperienza. Occorre vivere il tutto altrimenti non si fa nessun lavoro su noi stessi e il genere umano non evolve. Saluti!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *