Rewilding

Rewilding è un termine inglese che significa letteralmente “tornare selvatiche/i”.
Significa riconnettersi alla natura, sentirsi parte di essa, ripristinare modi di vivere ancestrali che creino benessere, e di conseguenza una salute migliore, per noi umani e per il nostro ecosistema.

Significa ritrovare un contatto frequente e costante con la natura, passarvi tempo di qualità con consapevolezza ed intento, imparando a sentirsi parte integrante di essa e non qualcosa di separato.

I benefici fisici e mentali del contatto con la natura sono veramente molti: ad esempio è provato che regoli la pressione sanguigna e i battiti cardiaci, calmi gli stati d’ansia riducendo i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress), porti benefici in casi di depressione e molto altro.
Qui in Regno Unito, dove vivo, vi sono addirittura diversi programmi di Rewilding gestiti da psichiatri e psicoterapeuti e dedicati alle persone con disturbi mentali anche gravi. Io la trovo una cosa bellissima!

Ritornare selvatiche, ritrovare uno stato di selvatichezza interiore, significa dare un significato più profondo alla propria vita, liberarsi dall’addomesticazione voluta da una società patriarcale e sentirsi connesse a tutto ciò che ci circonda. Ma non solo, il Rewilding è anche un modo di riconnettersi alla saggezza delle nostre antenate e dei nostri antenati, qualcosa di necessario per il nostro benessere: senza radici non possiamo crescere ed evolverci (ne ho parlato qui!).

Rewilding significa ritrovare, tramite il contatto con la natura, il proprio potere personale ed il proprio centro.

Ma come si pratica il Rewilding?

Ci sono molti modi! Ecco i miei preferiti:

Altre pratiche, di cui al momento non mi occupo, includono skills di sopravvivenza ancestrale (in pratica come sopravvivere senza strumenti moderni in ambienti selvaggi).

Se sei interessata al Rewilding continua a seguirmi! È in programma un percorso online per donne che vogliano conoscere ed abbracciare la propria selvatichezza!

Inoltre seguimi sui miei canali social, dove ne parlo spesso!