Vivere Ciclico

Vivere Ciclico

Quando si osserva la natura esteriore ed interiore con attenzione e consapevolezza, si può chiaramente vedere che tutto è ciclico.

Attorno a noi possiamo osservare cicli stagionali, fasi lunari, fasi della giornata, maree, movimenti astronomici e dentro di noi possiamo osservare il ciclo mestruale, i ritmi circadiani, il ciclo del respiro, il ciclo di attività degli organi, le fasi della vita (fanciullezza, età adulta, età matura e vecchiaia).

E poi c’è il ciclo supremo che riguarda tutto e tutte/i: il ciclo vita-morte-rinascita, che si manifesta attraverso tutti gli altri cicli.

Ma perché è così importante armonizzarsi con questi cicli?

Per millenni l’umanità ha vissuto in armonia perfetta con la natura ed i suoi cicli. Non poteva essere altrimenti: vivere ciclico significava sopravvivere, ma ovviamente non era solo questione di mera sopravvivenza.
Vivere in modo ciclico è sempre stata anche una pratica spirituale che dona significato alla vita: non per niente l’anno è sempre stato scandito da celebrazioni sacre che ricordavano lo scorrere spiraleggiante del tempo e molte di quelle celebrazioni esistono ancora. 

In alcune aree del mondo, quelle più remote che non sono influenzate dalla società occidentale moderna, questa separazione non c’è mai stata; e in quelle aree si nota un’incidenza minore di malattie mentali e fisiche.

Con l’inizio dell’epoca industriale, questa connessione – da noi in occidente – si è invece indebolita, fino ad andare quasi completamente persa. Le conseguenze le possiamo vedere quotidianamente: la stragrande maggioranza della società vive in modo artificioso senza metterlo in discussione, l’essere umano si sente separato dalla natura e perde di vista ciò che ha davvero valore e rende la vita piena di significato.
La società moderna – linearizzata da un pensiero patriarcale – non rispetta i nostri naturali cicli energetici e ci porta ad uno stato di disagio e mancanza di benessere.

Ecco che quindi la pratica del Vivere Ciclico ci porta a riconnetterci con la natura, a sentirci parte integrante di essa e a conoscere e rispettare la nostra ciclicità, armonizzandoci e fluendo con il tutto.

Questo è importante per tutti, ma ancor più per noi donne, che siamo fortemente connesse a questi cicli: le nostre fasi mestruali hanno le stesse qualità delle quattro stagioni, delle fasi lunari, di quelle del giorno e della nostra vita; imparando a conoscere queste similitudini abbracciamo la nostra natura ciclica e viviamo una vita più connessa e significativa, ritroviamo potere personale e benessere.

Tutto questo non ha solo evidenti benefici individuali, ma anche a livello collettivo: una società basata sul vivere ciclico è una società sana che vive in modo consapevole e sostenibile.
Tornare al vivere ciclico è una necessaria rivoluzione se vogliamo che l’umanità continui ad esistere in modo armonico con la Madre Terra.

Se anche tu senti un desiderio profondo di vivere in modo più vero e connesso alla natura e ti stai chiedendo come fare, ecco qualche consiglio:

  • osserva la natura attorno a te e i cambiamenti dovuti allo svolgersi delle stagioni
  • guarda la luna e impara a capire in che fase si trova aiutandoti con un calendario
  • ritrova la dimensione sacra della vita celebrando la Ruota dell’Anno, i pleniluni e i noviluni (ne parlo sempre nei miei canali social)
  • sii consapevole della giornata che passa e dei suoi momenti principali (mattino, pomeriggio, sera, notte)
  • ricorda ogni tanto di osservare il tuo respiro per qualche momento
  • connettiti con le energie del tuo ciclo mestruale

Seguimi inoltre su Instagram e Facebook, dove do spesso spunti di rilessione per vivere una vita ciclica!